Corso di basso

corso di basso

Il basso elettrico, ricopre un ruolo di grande importanza all’interno di una band, grazie alla sua capacità di sostenere armonicamente gli altri strumenti e di regalare bassi corposi e profondi. Sebbene il ruolo principale ricoperto dal bassista sia prevalentemente d’accompagnamento ritmico-melodico all’interno della band, ciò non preclude l’esecuzione di un assolo o la possibilità di intraprendere la carriera di solista come hanno fatto bassisti come Jaco Pastorius, Stanley Clarke, Marcus Miller, John Patitucci.

I nostri corsi di basso elettrico sono rivolti sia a coloro che si approcciano per la prima volta allo studio dello strumento, sia a chi desidera consolidare ed incrementare il proprio livello di preparazione. 

Il percorso di studi viene stilato sulla base del livello di preparazione dell’allievo, delle sue attitudini e obiettivi musicali.

Corso di basso

Il corso di basso elettrico è inizialmente basato su due aspetti fondamentali: lo studio della corretta impostazione della mano destra (uso alternato di indice e medio) e della sinistra (articolazione delle dita sulla tastiera), e l’approfondimento dell’aspetto ritmico (interazione con basi batteristiche); le lezioni si evolveranno nello studio della tecnica (scale, esercizi per lo scioglimento delle mani, lettura) e, soprattutto, di un repertorio scelto ad hoc in relazione alla natura musicale e all’età dell’allievo, approfondendo i musicisti che hanno fatto la storia di questo strumento (Paul McCartney, Sting, Flea, Faso, Victor Wooten etc.).

PROGRAMMA DIDATTICO

Tecnica dello strumento: impostazione delle mani (esercizi “ragnetti”), costruzione del groove, scale a un’ottava, triadi, tetradi, salti (intervalli), porzioni di scale,, arpeggi in tutte le tonalità, armonizzazione della scala maggiore, scale a due ottave, approccio cordale e scalare, progressioni cromatiche e diatoniche, armonizzazioni della scala minore melodica e della scala minore armonica

Stili: studio del finger-picking, palm-muting, slap, tapping, plettro

Ear training: sviluppo delle capacità di ascolto e di trascrizione, tramite studio approfondito del repertorio

Improvvisazione: studio dell’approccio improvvisativo e solistico su accordi predefiniti