Il corso di chitarra tenuto dai docenti dell’Ateneo Musicale, è rivolto a neofiti e chitarristi di livello avanzato. Le lezioni di chitarra, vengono pianificate proprio per questo motivo in funzione degli obbiettivi proposti dall’allievo stesso. 

I corsi vengono strutturati in funzione delle ambizioni degli studenti, permettendogli così di qualificarsi in un genere specifico o di raggiungere il livello tecnico che si sono predisposti in partenza. 

Gli allievi potranno scegliere innanzi tutto la tipologia di strumento che vogliono studiare. Chitarra elettrica, chitarra acustica o chitarra classica.

Corso di chitarra elettrica

Lo studio della chitarra elettrica è suddiviso in due fasi. Nel corso delle prime lezioni l’allievo comprenderà e metterà in pratica la postura corretta della mano destra, con relativo uso del plettro, e la corretta articolazione delle dita della mano sinistra sulla tastiera della chitarra. Superata la fase rudimentale della postura si passerà allo studio delle diverse scale musicali con esercizi per il miglioramento della tecnica e lo studio del repertorio per il genere scelto. 

I generi più affrontati dagli allievi del corso di chitarra elettrica sono: rock, blues, metal, country, jazz, pop e funk. 

Corso di chitarra acustica

Le lezioni di chitarra acustica sono rivolte perlopiù a due tipologie di percorso chitarristico. Il primo riguarda l’intenzione di saper suonare la chitarra come strumento d’accompagnamento. Si seguirà di conseguenza un percorso basato sulla ritmica e sullo studio degli accordi. Il secondo invece, è rivolto a chitarristi che intendono affinare la tecnica sulla chitarra acustica per l’esecuzioni di assoli o tecniche come il fingerstyle.

Corso di chitarra classica

Lo studio della chitarra classica inizia dai primi suoni sulle corde a vuoto tramite l’uso della tecnica del pizzicato. Anche in questo corso non mancherà lo studio delle scale e del repertorio che in questo caso sarà di natura prettamente classica. 

Corso amatoriale e professionale

Il corso di chitarra amatoriale è rivolto a coloro che intendono studiare la chitarra seguendo un piano didattico più flessibile e personalizzato. Il corso amatoriale è improntato maggiormente sulle tecniche rudimentali e sul repertorio di preferenza.

Il corso professionale di chitarra invece, mira agli obiettivi indicati nel programma didattico e sul perfezionamento degli stili di preferenza. Gli allievi dovranno inoltre seguire i corsi complementari allo studio della chitarra (teoria e solfeggio, dettato musicale, armonia funzionale, storia della musica, arrangiamento e composizione) e sostenere i relativi esami.

Programma didattico

 


I Livello

Tecnica della mano destra. Uso del plettro o del pizzicato.

Tecnica della mano sinistra. Postura e articolazione delle dita.

Lettura delle note sulle corde a vuoto e sulla tastiera della chitarra.

Scale maggiori sui primi tasti della chitarra.

Scale pentatoniche con relativi esercizi e stilemi sul genere.

Accordi sulle prime posizioni CAGED

Esercizi ritmici

Repertorio (facile esecuzione)

 


II Livello

Scale maggiori e relativi esercizi

Triadi maggiori/minori

Quadriadi maggiori/minori

Modi greci

Tecnica dell’improvvisazione

Repertorio (media difficoltà)

 


III Livello

Scale minori (armoniche e melodiche)

Tecnica avanzata per la mano destra

Tecnica avanzata per la mano sinistra

Tecnica dell’improvvisazione 2

Repertorio (difficoltà avanzata)